Home > Le ultime dal Pakistan sui cristiani > Cristiano! Non puoi diventare Primo Ministro o Presidente della Repubblica Islamica del Pakistan: Costituzione pakistana

Cristiano! Non puoi diventare Primo Ministro o Presidente della Repubblica Islamica del Pakistan: Costituzione pakistana

Jinnah-Gandhi
Presidente Asif Ali Zardari ha riconfermato gli amendamenti nella Costituzione pakistana che vietano alle minoranze religiose di accedere alle massime cariche dello Stato. Secondo l’articolo 91(3) della Costituzione pakistana nessun non-musulmano può diventare Primo Ministro del Pakistan. Articolo dice “Dopo le elezioni del Presidente e vice-Presidente della Camera dei Deputati, escluse altre facende, la Camera procede ad eleggere senza dibattito uno dei membri musulmani come Primo Ministro”. La Stessa Costituzione nell’articolo 41(2) vieta alle minoranze religiose di candidarsi come Presidente della Repubblica. L’articolo in discussione cita ” una persona non è qualificata per essere eletto come Presidente finchè non è un musulmano non meno di 45 anni di età ed è qualificato per essere eletto come membro della Camera dei Deputati”.

Un comitato parlamentare Parliamentary Constitutional Reforms Committee (PCRC) è stato costituito nel Giugno del 2009, composto di 27 parlamentari dai partiti trasversali, per rivedere la Costituzione. Ironicamente il comitato non aveva alcun membro non-musulmano. 1 Aprile Mian Raza Rabbani ha presentato un bozza del Comitato nel Parlamento che ha approvato la proposta prima 7 Aprile nella Camera e poi il 15 Aprile nel Senato.

Attualmente è in discussione la nomina di un candidato a-politico come Primo Ministro Ad-interim in quanto i 5 anni della Legislatura finiscono il 16 Marzo 2013. Il Presidente della Repubblica sta considerando 6 nomi e sembra che ci sia un consenso sul nome di Asma Jahanghir e l’unico partito che oppone questa nomina è la Pakistan Tehreek-e-Insaaf di Imran Khan in quanto dichiara che l’avvocato Jahanghir è troppo vicino alla Pakistan People’s Party politicamente. I nomi dei candidati delle minoranze religiose non sono presi nemmeno in considerazione in quanto la Costituzione lo vieta. In questa maniera i Cristiani, indù Sikh e gli Ahmadi non potranno mai essere eletti alle massime cariche dello Stato e del Governo anche se il fondatore del Pakistan Muhammad Ali Jinnah (Quaid-e-Azam), musulmano ismaelita di confessione Sciita, dopo un accordo con i parlamentari cristiani, indù e la casta degli intoccabili aveva dichiarato nel 1947 che la religione non avrà niente a che fare con lo Stato.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: