Home > Le ultime dal Pakistan sui cristiani > Rimsha Masih: Paul Bhatti minacciato di morte e servizi segreti bloccano la sua uscita dall’ufficio; Le guardie del corpo sono il suo pericolo come Salman Taseer

Rimsha Masih: Paul Bhatti minacciato di morte e servizi segreti bloccano la sua uscita dall’ufficio; Le guardie del corpo sono il suo pericolo come Salman Taseer

Da fonti riservate abbiamo saputo che Paul rischia la propria vita dalle mani delle sue guardie armate, perchè sta difendendo il caso di Rimsha, come è successo per il Governatore del Punjab Salman Taseer.
E oggi ufficialmente si è saputo che c’è la mafia per il commercio dei terreni e nel caso Rimsha sono in giocho quasi 500 canal di terreno. Malik Amjad, proprietario della stessa casa dove abitava Rimsha con la famiglia possiede 150 case nella zona e ci sono alcune famiglie che possiedono anche di meno. Il conflitto è tra loro in quanto volevano aumentare i prezzi delle case e anche i loro affitti. Non sapevano come sbrigarsela con i cristiani che la maggior parte sono gli imigrato da Gojra dove quasi tutta la località era stata bruciata dalla folla incitata da un sentimento religioso islamico.
Rimsha Masih, 13enne con disabilità mentali accusata di blasfemia secondo l’articolo 295B del Codice Penale Pakistano che prevede ergastolo, è ancora nella prigione in quanto stammane l’udienza fu rimandata al 7 di Settembre.
Stasera la storia di Shahbaz Bhatti stava per ripetersi con il fratello Paul Bhatti in quanto invitato a partecipare nel programma dibattito di “Dunyaat8withmalik” della Dunya News Tv insieme con Hafiz Tahir Ashrafi, Presidente della Ulema Board e già membro della Pakistan Defence Counsel, Malik Amjad, proprietario della casa di Rimsha, e Padre Rehmat Hakam Michael, Vicario Generale della Diocesi di Islamabad-Rawalpindi.
Stasera quando Paul stava per uscire dall’ufficio per la trasmissione televisiva i servizi segreti pakistani per ennesima volta si sono presentati per avvertire che ci sono degli sospetti attentati preparati per attaccare Paul per cui non sarebbe prudente uscire dall’ufficio e così la trasmissione televisiva fu partecipata in diretta con video dall’ufficio di Paul.
Negli ultimi giorni Paul ha ricevuto le minacce più volte ma lui ha sempre tenuto a intervenire personalmente per salvare la vita a Rimsha. Ha voluto personalmente anche andare ad aiutare gli indù che stavano fuggendo dal sud del Pakistan in quanto le loro giovani ragazze sono vittime della conversione forzata.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: