Home > Le ultime dal Pakistan sui cristiani > Mubashar Luqman, giornalista, minacciato dal governo del Punjab perchè parla dei diritti umani

Mubashar Luqman, giornalista, minacciato dal governo del Punjab perchè parla dei diritti umani

Mubashar Luqman, giornalista della Dunya Tv è stato minacciato da alcuni rappresentanti del governo del Punjab. Racconta il giornalista che a causa dei ultimi episodi dove ha smascherato la violazione dei diritti umani da parte del governo del Punjab lui e il suo staff sono stati minacciati a morte. Sono stati anche informati che se loro continuano a raccontare queste storie dovranno anche subire poi le consequenze di tale azioni. I loro nomi, i loro indirizzi e anche l’indirizzi delle scuore dove i loro figli vanno a scuola sono stati registrati e se non smettono di danneggiare il governo del Punjab tramite la narrazione dei fatti non ci sarà una seconda alerta.
La notizia è stata anche raccontata tramite il sito ufficiale della Dunya Tv sul seguente link:
http://dunyanews.tv/index.php?key=Q2F0SUQ9MiNOaWQ9NjQ1MjU=

Ricordiamo l’episodio della distruzione della sede caritas a Lahore da parte del governo del Punjab senza alcun preavviso. La Chiesa locale si è dovuta rivolgersi all’alta corte di Lahore ed alla communità internazionale.
In Punjab governa la Lega Musulmana (N) che si chiama così perchè fa riferimento a Nawaz Sharif come presidente del Partito. Nawaz è figlio di un ricco commerciante di ferro e per amicizia con Zia-ul-Haq, generale militare che tramite una golpe è diventato presidente della Republica islamica del Pakistan e successivamente ha ucciso il Bhutto padre portandolo al patibolo, la loro industria ha potuto fare grandi progressi. In cambio il partito presieduto da Nawaz Sharif ha approvato tutte le leggi che Zia ha proposto. Una delle leggi con consequenze distruttive per le minoranze religiose del Pakistan è l’articolo 295C del codice penale pakistano la cosìdetta “legge della blasfemia”. La Lega Musulmana (N) è nata in seno al fondamentalismo Islamico e nei due governi dopo Zia non ha mai fatto dei passi importanti verso i diritti umani e verso i diritti pieni delle minoranze religiose, anzi gli ha diminuiti applicando varie forme della Sharia per accontentare i partiti religiosi con cui si è alleata.

Se questa è la situazione presente dove la Lega Musulmana (N) oggi governa solo il Punjab un domani se arrivasse dopo le prossime elezione al governo nazionale cosa succederebbe alle minoranze religiose e quale sarebbe la situazione dei diritti umani? Lo possiamo solo imaginare e sperare che non accada così!

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: