Home > Le ultime dal Pakistan sui cristiani > Minoranze Pakistane al Senato: 4 seggi riservati per i senatori delle minoranze. Un’altro contributo di Shahbaz Bhatti che continua “a vivere”

Minoranze Pakistane al Senato: 4 seggi riservati per i senatori delle minoranze. Un’altro contributo di Shahbaz Bhatti che continua “a vivere”

Il Presidente della Repubblica Islamica del Pakistan Asif Ali Zardari , ieri in una cerimonia ufficiale, ha firmato  l’emendamento delle leggi del Senato dal 1975. Questi cambiamenti erano previsti  dal diciottesimo ammendamento nella costituzione Pakistana proposta dal Pakistan People’s Party nel 2010.  

Questo emendamento previsto nell’articolo 51 della Costituzione del Pakistan è introdotto tramite il diciottesimo emendamento per i seggi previsti per le donne e le minoranze. Il Diciottesimo emendamento è già discusso nella corte suprema del Pakistan visto che non permette una elezione dei rappresentanti  delle minoranze ma una selezione da parte dei leader dei partiti.  Secondo alcuni osservatori questa “selezione” è contro la  costituzione approvata nel 1973.

Questi 4 seggi sono stati proposti da Shahbaz Bhatti e il governo del Pakistan si impegnò a dare una maggiore rappresentanza alle minoranze anche nel senato. L’operato politico di Shahbaz Bhatti continua a vivere e  i seggi nel senato sono un importante frutto del suo lavoro. Teniamo presente che da tre anni ci sono due senatori indù, della regione del Sindh, presenti nel senato Pakistano al di fuori dei seggi riservati.

Akram Masih Gill, Ministro dello Stato per l’armonia nazionale , ha detto all’associazione dei Pakistani cristiani in Italia che  il Presidente Zardari ci ha tenuto personalmente  firmare questo particolare  documento in un momento cerimoniale anche per onorare i propri impegni presi con le minoranze e in particolare con il fraterno amico Shahbaz Bhatti.  

Paul Bhatti, consigliere del Primo Ministro con lo status di ministro federale e fratello di Shahbaz Bhatti , si trova in questi giorni in Italia per il meeting di Rimini dove ha portato un suo personale intervento. L’On. Mario  Mauro aveva già invitato Shahbaz Bhatti al meeting prima che questi fosse ucciso dai fondamentalisti il 2 di Marzo 2011.  Paul Bhatti ha detto all’associazione dei Pakistani Cristiani in Italia che la firma del Presidente della Repubblica  è un concreto segno della volontà di Pakistan per proteggere e rispettare i pieni diritti delle minoranze.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: