Home > Diritti Umani, Le ultime dal Pakistan sui cristiani > Farah Hatim: conversione forzata all’Islam e la Giurisdizione Pakistana

Farah Hatim: conversione forzata all’Islam e la Giurisdizione Pakistana


L’Associazione dei Pakistani Cristiani ha ottenuto la vera foto di Farah Hatim per sensibilizzare la società civile con l’intento di riuscire a salvarla.
Segue l’articolo di Fides sugli ultimi sviluppi del caso di Farah:
2011-07-07
ASIA/PAKISTAN – Fallisce la mediazione dell’APMA nel caso di Farah, la cattolica islamizzata con la forza
invia articolo stampa preferiti Lahore (Agenzia Fides) – E’ fallito, per ora, il primo tentativo di mediazione della “All Pakistan Minorities Alliance” (APMA) nel caso di Farah Hatima, la ragazza cattolica rapita, sposata e convertita all’islam dal musulmano Zeehan Iliyas nella città di Rahim Yar Khan, nel sud della provincia del Punjab (vedi Fides 25/6/2011 e giorni precedenti). L’APMA, fondata da Shabhaz Bhatti, è l’organizzazione della società civile in difesa delle minoranze religiose più diffusa e meglio organizzata nel paese. Il caso di Farah, spiegano fonti di Fides, è emblematico dei circa 700 casi che ogni anno si registrano in Pakistan di ragazze cristiane rapite e convertite all’islam. Per questo sul caso di Farah si è impegnato Paul Bhatti, leader dell’APMA e Consigliere Speciale del Primo Ministro per le minoranze religiose.
Un team di avvocati e di responsabili dell’APMA in Punjab si è interessato del caso nei giorni scorsi, cercando di organizzare un incontro fra la ragazza e la sua famiglia di origine, per accertare le condizioni di salute, fisiche e psicologiche di Farah e, soprattutto, per ottenere la certezza assoluta – ribadita senza condizionamenti, minacce o costrizioni di sorta – della sua volontà di tornare a casa e di abbandonare la famiglia musulmana dove si trova. Un membro dell’equipe dell’APMA spiega a Fides: “Abbiamo chiesto, tramite le autorità locali, un incontro privato con Farah. La famiglia del musulmano che l’ha fatta sua sposa sostiene che la ragazza è consenziente. Se ne sono certi, e se questo è vero, perché impedire ai familiari di vederla e agli avvocati di ascoltare direttamente la sua versione? Questo impedimento per noi è davvero sospetto”,
Viste le resistenze incontrate, gli avvocati dell’APMA si sono rivolti nuovamente al tribunale di primo grado a Rahim Yar Khan, chiedendo al giudice di presiedere un’udienza in cui ascoltare Farah, la sua famiglia di origine e la famiglia musulmana coinvolta. L’incontro fissato dal giudice avrebbe dovuto tenersi il 4 luglio, ma la controparte non si è presentata, tantomeno c’era Farah. I familiari della ragazza, delusi e in pena, dicono a Fides di temere che Farah sia stata portata via dalla città e nascosta in un luogo segreto o addirittura venduta all’estero. Inoltre il giudice – raccontano a Fides – li ha nuovamente invitati a “ritirare la denuncia e considerare chiuso il caso”, segno dei pesanti condizionamenti che il sistema giudiziario subisce in casi che oppongono le famiglie cristiane a potenti clan musulmani.
L’APMA comunica a Fides che intende percorrere tutte le strade legali possibili per incontrare Farah: l’incontro è propedeutico a un possibile ricorso all’Alta Corte per poterla liberare e salvare. Una autorevole fonte di Fides nella Chiesa pakistana afferma: “Il caso è molto delicato, per tutte le implicazioni che porta con sé. Bisogna continuare ad agire con prudenza ma con perseveranza, chiedendo giustizia, come la vedova importuna del Vangelo”. (PA) (Agenzia Fides 7/7/2011

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: